MedaWeek, settimana dei leader economici del Mediterraneo

Un migliaio da 35 Paesi attesi il 22-24 novembre a Barcellona

17 novembre, 20:18

MADRID - Un migliaio di imprenditori di 35 Paesi parteciperanno dal 22 al 24 novembre alla MedaWeek Barcellona 2017, la settimana dei leader economici del Mediterraneo. 'Forza nella diversità: il nostro potere economico' è il tema della 11/esima edizione, che prevede interventi di oltre 200 esponenti del mondo economico, imprenditoriale e politico e organizzazioni multilaterali di Europa, Medio Oriente e Africa.

Un record di relatori, come ha rilevato nel corso della presentazione il coordinatore dell'Associazione delle Camere di Commercio e Industria del Mediterraneo (Ascame), Anwar Zibaoui.

Zibaoui ha sottolineato lo sforzo per "mantenere l'evento e consolidarlo", nonostante la "crisi politica della Catalogna", negli ultimi mesi, ingigantita da "informazioni esagerate", come quella che in Catalogna si era prodotto "un colpo di Stato". I settori emergenti per le economie mediterranee, ma anche il consolidamento e l'innovazione di quelli tradizionali saranno al centro dei forum, dei seminari, delle sessioni speciali e di networking imprenditoriale pubblico-privato.

Confermata la partecipazione di oltre 500 rappresentanti di organizzazioni come l'Unione per il Mediterraneo, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (Onudi), la Confederazione Mondiale di Banca Islamica (Cibafi), assieme all'Ascame, che cura l'organizzazione della MedaWeek, con la Camera di Commercio di Barcellona e con la collaborazione di una ventina di organizzazioni internazionali e regionali. La diversità della regione va sfruttata come fattore positivo per anticipare le tendenze economiche, attrarre investimenti e rafforzare la cooperazione internazionale fra i paesi del nord e del sud del Mediterraneo, ha rilevato Anwar Zibaoui, che ha presentato Barcellona come un "modello di successo" in materia di collaborazione pubblico-privata nel Mediterraneo. Nell'ambito della MedaWeek si svolgerà anche il Foro delle Donne Imprenditrici e degli Investimenti, cui parteciperanno circa 400 imprenditrici dei Paesi del Mediterraneo, con la presentazione di un centinaio di casi di successo in Africa e Medio Oriente. Mediante forum dedicati, riunioni B2B e viaggi di studio, gli incontri promuoveranno e faciliteranno il dialogo fra donne imprenditrici delle due sponde del Mare Nostrum, per rafforzare la cooperazione e creare nuove opportunità di business.

In programma, per il terzo anno consecutivo, anche il Foro mediterraneo di finanze islamiche, con rappresentanti dei paesi della regione, ma anche di Malesia e Indonesia. Fra gli interventi previsti, quello del segretario generale dell'Unione per il Mediterraneo, Fatallah Sijilmassi, del presidente della Camera di commercio di Spagna, Josep Lluis Bonet, dell'ex premier italiano Enrico Letta.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo