Qatar, embargo Paesi Golfo 'non coinvolga i cittadini'

Roma, presidente Commissione Diritti Doha chiede sostegno Camera

13 dicembre, 19:33

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - I cittadini del Qatar e dei Paesi coinvolti nella crisi in atto da sei mesi tra Doha, Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrain, "vanno lasciati fuori". E' quanto chiede il presidente della Commissione sui diritti umani del Qatar, Ali bin Samih Al-Marri, al termine di un incontro in Commissione Affari costituzionali della Camera che si è tenuto oggi a Roma. "Non è possibile - ha detto incontrando i giornalisti - accettare e comprendere le violazioni dei diritti umani nei confronti dei nostri cittadini e di quelli che vivono in Qatar, che siano emiratini, sauditi, bahreniti e di altre nazionalità.

La nostra unica richiesta è quella di risparmiare le famiglie che sono state separate e gli studenti che sono stati costretti ad abbandonare il Paese. Non vanno strumentalizzati". Dal 5 giugno scorso, il Qatar - accusato da Arabia Saudita, Egitto, Bahrain, Emirati Arabi Uniti e altri Paesi minori, di finanziare il terrorismo - è oggetto di un embargo economico e politico che ha portato al quasi totale isolamento del Paese. A oggi, dice, "la mediazione del Kuwait finora non ha portato a nulla. Dopo sei mesi ci si è concentrati unicamente sul piano politico. Noi vogliamo che i cittadini vengano lasciati fuori da questa crisi politica". L'auspicio, conclude Al-Marri, è "che anche il Parlamento italiano possa richiamare l'attenzione del governo di Roma - che ha buoni rapporti con tutti i Paesi coinvolti - su queste violazioni. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo